ATTIVITA'     ARTICOLI     VIDEO     FORMAZIONE 

 

PAGINA DEGLI ARTICOLI =>

 

NESSUNO PUO' RESPIRARE AL POSTO TUO

superare gli attacchi di panico

 

E proseguendo il pensiero espresso nel titolo possiamo aggiungere che nessuno può insegnarti a respirare nel modo giusto perché nessuno può sapere qual è il modo migliore di respirare per te.

Se è vero che non riusciremo mai a prendere due respiri uguali nel corso di una vita, possiamo anche immaginare che non vi siano due persone al mondo che possano respirare sempre nello stesso modo. In altre parole, il tuo modo di respirare è unico

Quindi come potrebbe un'altra persona insegnarti a respirare?

Non può.

Spieghiamo meglio il concetto.

Sicuramente si possono insegnare tecniche di respirazione, ognuna delle quali può produrre determinati effetti e benefici che possono, a loro volta, contribuire a migliorare il tuo flusso respiratorio spontaneo.

Ma qual è il modo migliore di respirare?

Quello che fluisce libero e che riesce ad adattarsi rapidamente ed efficacemente alla situazione presente.

E come si può raggiungere questo obiettivo?

Praticando tecniche di respirazione che aiutino a sciogliere gli schemi limitanti che inconsciamente mettiamo in atto quando viviamo determinate situazioni.

Ti possono venir insegnate varie tecniche, come già detto, ma poi sei tu che devi cimentarti, vivendo l'esperienza in prima persona.

A tal proposito, condivido, volentieri, la mia esperienza professionale.

Durante le sessioni individuali di Rebirthing, ti posso insegnare la respirazione circolare e ti posso accompagnare lungo la tua personale esperienza.

La mia presenza è utile, oltre che per impartire le nozioni tecniche, anche per fornire, in qualità di osservatore esterno, sostegno, stimoli e elementi che possano aiutarti a:

  1. liberare il respiro dagli schemi limitanti

  2. superare momenti di difficoltà

  3. mantenere elevata l'attenzione (alcuni la definirebbero “consapevolezza”) verso il respiro

  4. favorire l'integrazione di tutto ciò che emerge durante la sessione

I punti sopra elencati dipendono completamente da te.

Per quanto mi riguarda sarò accanto a te durante l'intera esperienza di respiro, ma sei solo tu che puoi liberare il respiro, superare le difficoltà, rimanere attento e integrare ciò che “viene a galla”.

Anche se volessi, non potrei respirare al posto tuo.

Se ci rifletti bene ti accorgerai che il titolo di questo scritto trasmette l'energia dell'autonomia e dell'indipendenza.

Ecco perché sono lieto di proporre il Rebirthing, perché tra varie tecniche/discipline è certamente una di quelle che non mi permette di creare dipendenze e che mi aiuta a sviluppare autonomia, libertà e benessere insieme ai praticanti che ho la fortuna di accompagnare.

 

Sei solo tu a poter respirare per te e nel percorso di ricerca potrai ritrovare il tuo “respiro libero”.

 

Buona ricerca.

 

Matteo

 

P.S. Forse potrebbe interessarti partecipare al Corso di Rebirthing 2015/2016. Sabato 19 Settembre si svolgerà l'Apertura dell'Anno Accademico. Guarda qui